CALL FOR PROPOSALS

roots§routes è un magazine con una linea editoriale dettata dalla sua redazione che garantisce la qualità e la coerenza degli interventi. Ritenendo però necessaria una costante apertura verso qualsiasi contributo di qualità, che corrisponda alle finalità condivise da tutti i redattori, valuta importante la possibilità di ospitare, accanto agli artisti e ai ricercatori invitati, contributi che possano arrivare da contesti non conosciuti direttamente.
roots§routes a tale scopo lancia una Call for Proposals, invitando artisti e ricercatori a inviare proposte di contributi, partendo dal tema della rivista del quadrimestre seguente.
La proposta di contributo dovrà essere inviato sotto forma di abstract di un massimo di 350 parole compilando l’apposito box sottostante o inviando una email all’indirizzo redazione@roots-routes.org con nell’oggetto: “Article Submission” specificando il numero per il quale si intende proporre il contributo tra quelli elencati dalla redazione. È inoltre richiesto l’invio di una biografia breve e una selezione di pubblicazioni. L’abstract potrà essere scritto in una delle seguenti lingue: inglese, italiano, francese, portoghese o spagnolo.
In caso di interesse della redazione verrà inviata una risposta positiva all’indirizzo email da cui è giunta la proposta, nella quale si chiederà di inviare il contributo per intero nella lingua scelta dal proponente.
La redazione, al ricevimento dell’intero contributo, si riserva il diritto di chiederne parziale modifica o, in caso di evidente non coerenza con il concept inviato, di rifiutare il contributo stesso.

In caso di rifiuto verrà inviata una email di comunicazione con una motivazione allegata.

PROSSIMO NUMERO
Anno IX, n°31, settembre - dicembre 2019
§AFROFUTURISMO
spazi, corpi, immaginari, estetiche, pensiero dell’afrotopia

a cura di 

Cristina Lombardi-Diop
Giulia Grechi

L’afrofuturismo è una macchina del tempo in fuga dal presente che dal passato apre visioni di futuri possibili, di mondi a venire. Nel panorama culturale nero contemporaneo, l’afrofuturismo si pone come uno dei campi di esplorazione estetica e politica più promettenti del nuovo millennio. A dar voce a questa nuova centralità dell’Africa sono oggi gli artisti e i filosofi del continente africano e delle sue diaspore.
Il numero tematico di Roots&Routes propone l’afrofuturismo come sensibilità estetica e strumento politico che riconnette la sensibilità diasporica nera americana alle sue radici afrocentriche e alle sue ramificazioni nel Mediterraneo nero e in Europa. Nell’affrontare temi che investono il rapporto tra spazialità, temporalità, estetica, embodiment, tecno-cultura, nuove epistemologie situate e decentrate, neo e post colonialità, cultura di massa, e fantascienza, il numero di Roots&Routes sollecita ricerche unite da un interesse comune per un’estetica e una pratica culturale e politica derivante da esperienze afrodiscendenti e afrodiasporiche proiettate verso l’afrotopia.

Possibili sezioni tematiche:

AFRO-METROPOLIS:
Architettura, urbanistica, urban planning, eco-sostenibilità del futuro.
Spazi bianchi e neri del futuro, afro-eterotopie, immaginari spaziali oltre la segregazione, città africane come modello e promessa per il futuro globale, Luoghi etno-cosmopolitani, sincretici, ibridizzati.

­­­­­­­CORPOREITÀ AFROTOPICA:
Social media, digital art e nuove tecnologie di embodiment.
“Living but becoming more”[1], proliferazione delle soggettività, corpi neri alieni, afro-queer, afrofemmismo, diaspore e nuovi orizzonti della nerezza attraverso la performance in spazi altri.

AFRO-ESTETICA/EPISTEMOLOGIA/TECHNE:
Teoria, musica, narrativa, moda, fotografia, cinema, arti visive, design, afro-fantascienza.
L’afrofuturismo come laboratorio di saperi e pratiche afrocentriche, suoni elettro-funk, cosmo-suoni, intersezione di cultura e tecnologia, etno-cosmogonie, sincretismo, misticismo cosmico, nuove tecnologie e afro-mondi, cinema e altre visioni della temporalità.

AFRO-TEMPORALITÀ:
post-colonialismo, memoria utopica oltre il neo-colonialismo
L’afrofuturismo come strumento per una critica all’anti-nerezza, alla segregazione, all’ umanesimo occidentale.
Contro-narrazioni del passato e ritorni dal futuro dell’Africa, viaggi temporali e modernità interrotte, fantascienza e narrazione storica della schiavitù, del colonialismo, del neoliberismo nel Mediterraneo nero.

[1] Nnedi Okorafor, “Sci-fi stories that imagine a future for Africa.” TedTalk, 2017

DEADLINE

PRIMA USCITA

pubblicazione il 15 settembre 2019
invio abstract entro 30 giugno 2019
consegna articolo entro 25 agosto 2019

SECONDA USCITA

pubblicazione 15 novembre 2019
invio abstract entro 30 agosto 2019
consegna articolo entro 25 ottobre 2019

Invia la tua proposta

NOME E COGNOME*

EMAIL*

OGGETTO*

MESSAGGIO

* campi obbligatori