ISSN 2039-5426
Periodico Quadrimestrale
ANNO VIII, n.28, maggio-agosto 2018
/Four-monthly Magazine
Year VIII, n.27, May-August 2018

CHI SIAMO

On-line da gennaio 2011

Magazine quadrimestrale indipendente di Cultura Visuale

roots§routes nasce dall’esigenza di aprire uno spazio di riflessione sul ruolo che svolgono, o potrebbero svolgere, le estetiche contemporanee in relazione a tematiche o contesti di tipo antropologico, rispetto a uno scenario mondiale che ridiscute e problematizza il concetto di coloniale e postcoloniale.

La rivista è diretta da Viviana Gravano; capo redattrici Giulia Grechi e Anna Chiara Cimoli; redazione e comunicazione Paola Bommarito.
roots§routes attraversa le pratiche estetiche e antropologiche nella costruzione di un discorso sullidentità e sulla differenza, esplorandone il potenziale critico e di rottura epistemologica.
Ogni numero di roots§routes ha un filo conduttore in base al quale vengono chiesti dei contributi a diversi ricercatori, teorici e artisti. I contributi potranno essere opere sotto qualsiasi forma, video, immagini, audio, interviste e testi.
La rivista intende operare una rilettura contestuale e posizionata del coloniale e  del postcoloniale come processi di portata globale e transnazionale che hanno riguardato – e riguardano tuttora – tanto i Paesi colonizzatori quanto quelli colonizzati (seppure in modi diversi) ma anche quei paesi che, apparentemente, non hanno mai attraversato l’esperienza diretta del colonialismo.
Nell’ottica di proporsi come una piattaforma internazionale, roots§routes ha scelto di mantenere tutti i contributi nella lingua originale di scrittura, senza alcun genere di traduzione.

REDAZIONE

DIRETTRICE

VIVIANA GRAVANO

Viviana Gravano è curatrice e storica dell’arte contemporanea. I suoi principali interessi di ricerca sono l’arte pubblica e l’arte sociale, la ricerca artistica postcoloniale, e la storia della fotografia. Laureata in Lettere indirizzo Storia dell’Arte all’Università di Roma La Sapienza, ha frequentato la Scuola di Specializzazione in Archeologia e Storia dell’Arte dell’Università di Siena, e il master in Beni Culturali e Nuove Tecnologie all’Università La Normale di Pisa. È docente di storia dell’Arte Contemporanea presso l’Accademia di Belle Arti di Bologna. Ha co-diretto con Giulia Grechi il Master in Curatore Museale e di eventi performativi dello IED-Istituto Europeo di Design di Roma. Ha lavorato come storica dell’arte catalogatrice presso la GNAM e la Fototeca Nazionale a Roma. Ha fondato la Galleria privata LOPLOP ed è stata direttrice artistica della galleria NOVA sempre a Roma. Ha co-fondato le riviste “Gomorra. Territori e Culture della Metropoli Contemporanea” (Meltemi Editore) e “Avatar_ Rivista di antropologia, comunicazione e arti visive”, nelle quali è stata redattrice e photo editor. È stata nella redazione della rivista “Art’O_cultura e politica della arti sceniche” e “Zeusi” dell’Accademia di Belle Arti di Napoli. È socio fondatore e vice-presidente del collettivo curatoriale “Routes Agency. Cura of contemporary arts”. All’interno di Routes Agency, con Giulia Grechi ha curato eventi di ricerca e mostre presso musei (MAXXI, Museo Etnografico Luigi Pigorini) e altri spazi romani (Casa della Memoria e della Storia, Teatro Vascello, RomaEuropaFestival), centrati sulle eredità culturali del colonialismo italiano, e sulle loro riletture da parte delle arti contemporanee. Ha collaborato con diversi progetti di ricerca, tra i quali REcall – European Conflict Archaeological Landscapes Reappropriation, e Transnationalizing Modern Languages Mobility, Identity and Translation in Modern Italian Cultures, per il quale ha curato insieme a Giulia Grechi la mostra finale Beyond Borders – Transnational Italy, che tra il 2016 e il 2018 ha viaggiato tra Roma, Londra, New York, Melbourne, Addis Abeba e Tunisi. Ha pubblicato numerosi cataloghi e saggi in raccolte collettanee tra cui: (co-curatela con Giulia Grechi) Presente Imperfetto. Eredità coloniali e immaginari razziali contemporanei, Mimesis, Milano 2016. Ha pubblicato le seguenti monografie: L’immagine fotografica, Mimesis, Milano 1997; Crossing. Progetti fotografici di confine, Costa & Nolan, Milano 1998; Paesaggi attivi Saggio contro la contemplazione, Mimesis, Milano 2012; Food Show. Expo 2015. Una scommessa interculturale persa, Mimesis, Milano 2016. È Cultural Advisor del progetto di danza contemporanea e piattaforma artistica Excelsior del coreografo Salvo Lombrado, con la compagnia Chiasma È stata autrice di due cicli di puntate sulla fotografia su Radio RAI3 nell’ambito della trasmissione L’Occhio Magico. È stata consulente per le immagini fotografiche per il film I piccoli maestri di Daniele Lucchetti e per la mini serie TV La vita che verrà, regia di Pasquale Pozzessere.

CO-DIRETTRICE

GIULIA GRECHI

Giulia Grechi è una antropologa culturale. I suoi interessi di ricerca includono gli studi culturali e postcoloniali, le migrazioni, la museologia, con un focus sulle rappresentazioni del corpo e sulla “italianità”, e su come le pratiche artistiche contemporanee possano ridiscutere e dare diversa forma a questi immaginari. È dottore di ricerca in “Teoria e ricerca sociale” presso l’Università La Sapienza di Roma. è docente di Antropologia Culturale presso l’Accademia di Belle Arti di Napoli, e di Sociologia dei processi culturali a IED – Istituto Europeo di Design, Roma, dove ha co-curato insieme a Viviana Gravano otto edizioni del Master per Curatore Museale di Arte Contemporanea e di Eventi Performativi. È stata ricercatrice a contratto presso l’Università L’Orientale di Napoli come membro del Progetto EU “Mela – European Museums in an Age of Migrations” (EU-7PQ), all’interno del quale ha indagato la relazione tra musei, antropologia e arte contemporanea. Ha collaborato con diversi progetti di ricerca, tra i quali REcall – European Conflict Archaeological Landscapes Reappropriation, e Transnationalizing Modern Languages Mobility, Identity and Translation in Modern Italian Cultures, per il quale ha curato insieme a Viviana Gravano la mostra finale Beyond Borders – Transnational Italy, che tra il 2016 e il 2018 ha viaggiato tra Roma, Londra, New York, Melbourne, Addis Abeba e Tunisi. è socio fondatore e presidente del collettivo curatoriale Routes Agency. Cura of contemporary arts. All’interno di Routes Agency, con Viviana Gravano ha curato eventi di ricerca e mostre presso musei (MAXXI, museo etnografico Luigi Pigorini) e altri spazi romani (Casa della Memoria e della Storia, Teatro Vascello all’interno del RomaEuropaFestival), centrati sulle eredità culturali del colonialismo italiano, e sulle loro riletture da parte delle arti contemporanee. Con Paola Bommarito e Giulia Crisci ha curato Ulissi, un progetto di ricerca di Routes Agency, sugli immaginari mafiosi nelle culture contemporanee, realizzando due campi estivi per giovani artisti presso il bene confiscato alla mafia Fiori di Campo a Marina di Cinisi (Palermo). Ha pubblicato il volume monografico La rappresentazione incorporata. Una etnografia del corpo tra stereotipi coloniali e arte contemporanea (Mimesis 2016). Ha curato (con Iain Chambers e Mark Nash) il volume The Ruined Archive (Politecnico di Milano 2014), e (con Viviana Gravano) Presente Imperfetto. Eredità coloniali e immaginari razziali contemporanei (Mimesis 2016). Ritiene che insegnare sia una forma di militanza politico-culturale, così come fare ricerca, dentro le pratiche, le traduzioni e le ri-mediazioni dei modelli culturali che le persone operano incessantemente nella loro vita quotidiana. Spesso legge poesia.

CO-DIRETTRICE

ANNA CHIARA CIMOLI

Anna Chiara Cimoli è una storica dell’arte e museologa. I suoi principali campi di interesse e di sperimentazione sono la relazione fra musei e diversità culturale, la rappresentazione della migrazione e la relazione fra musei e corporeità. Specializzata in museologia all’Ecole du Louvre, dopo un dottorato in Storia dell’Architettura e dell’Urbanistica al Politecnico di Torino ha lavorato al Politecnico di Milano, e successivamente presso diversi musei e case editrici. È consulente dell’editore Johan & Levi. Dal 2001 è socia di ABCittà, per cui si occupa di musei e inclusione sociale, con un accento sulla diversità culturale. In questo ambito ha progettato numerosi percorsi di progettazione partecipata. È docente a contratto di Mediazione museale presso l’Università Statale di Milano; l’insegnamento, anche con bambini e adolescenti, costituisce una parte fondamentale della sua pratica. Nell’ambito del progetto europeo MeLa*-European Museums in an age of migrations (2011-15) ha svolto una ricerca sui musei delle migrazioni e le loro retoriche, curando fra l’altro la mostra La memoria del mare: oggetti migranti nel Mediterraneo (Roma, Marsiglia, Lussemburgo, Bergamo, Genova). Nel 2015 il suo progetto Che cosa vedi?, un percorso di peer education fra adolescenti al Museo del Novecento di Milano in collaborazione con un liceo lombardo, è stato selezionato e finanziato nell’ambito di un bando MIUR. Con Chiara Ciaccheri segue Senza titolo, un progetto di formazione e ricerca sul tema delle didascalie e dei testi museali prodotto dalla libreria indipendente Spazio B**K di Milano e ospitato da vari musei italiani. Con ABCittà e con 4iS-Plataforma para a Inovação Social (Aveiro, Portogallo) nel 2018 ha collaborato al corso di formazione internazionale Museums and Stereotypes, nato in seno al progetto Tandem Europe. Sempre con ABCittà, nel 2018 ha co-progettato I pregiudizi che siamo, un ‘kit anti-stereotipo’ nato dal progetto #Ventotene. Comunità, cittadinanza e identità europea (ipregiudizichesiamo.org). Collabora con la fondazione Il Lazzaretto di Milano. Ha pubblicato Musei effimeri. Allestimenti di mostre in Italia 1947-1963 (il Saggiatore 2007), Divina Proporzione. Triennale 1951 (con Fulvio Irace, Electa 2007), Che cosa vedi? Musei e pubblico adolescente (Nomos, 2017) e Approdi. Musei delle migrazioni in Europa (Clueb 2018). Cura, con Maria Vlachou, il blog Museums and Migration. È attivista per i diritti dei migranti ed è stata per quindici anni docente di italiano come lingua seconda.

REDAZIONE E COMUNICAZIONE

PAOLA BOMMARITO

.

Paola Bommarito è storica dell’arte. Si interessa di pratiche artistiche partecipative concepite in relazione con lo spazio pubblico e il contesto culturale e socio-politico, delle forme di comunicazione dei progetti culturali e degli spazi espositivi, e delle pratiche legate al connected marketing. Ha conseguito il Dottorato in Studi Culturali Europei/Europäische Kulturstudien presso l’Università di Palermo con un progetto di ricerca dal titolo Rappresentazione e prassi dello spazio pubblico. I dispositivi artistici nel contesto sociale e politico. Ha studiato Storia dell’Arte all’Università di Palermo e si è diplomata al Master in Curatore Museale e di Eventi Performativi dello IED di Roma. Insegna Comunicazione Espositiva all’Accademia di Belle Arti di Palermo e Marketing Culturale all’Accademia di Belle Arti di Macerata. Ha insegnato all’Accademia di Belle Arti di Frosinone. Dal 2010 al 2015 è stata docente nella scuola di Management dello IED di Roma all’interno dei corsi di Comunicazione Visiva contemporanea, Ergonomia delle esposizioni e Organizzazione di eventi di arte contemporanea. Dal 2011 al 2015 è stata assistente al coordinamento del Master in Curatore Museale e di Eventi dello IED di Roma, coordinando il piano di comunicazione dell’evento finale del Master, dalle attività di ufficio stampa alle azioni di marketing non convenzionale. Dal 2011 al 2014 ha fatto parte di Routes Agency, cura of contemporary arts, occupandosi dell’organizzazione e della comunicazione di diversi progetti culturali. Nel 2016 torna a far parte del collettivo curatoriale Routes Agency fondando Ulissi, progetto di ricerca e pratica artistica per l’indagine degli immaginari mafiosi nelle culture contemporanee, insieme a Giulia Crisci e Giulia Grechi. Dal 2010 al 2015 ha lavorato nel Settore Arti dell’Istituto Svizzero di Roma nell’ambito dell’organizzazione e produzione di mostre e progetti culturali, e nell’organizzazione del progetto di residenza artistica dal titolo Studio Roma – Programma transdisciplinare sul contemporaneo.

PRECEDENTI MEMBRI DELLA REDAZIONE
SILVIA CALVARESE
ROSSANA MACALUSO
CAROLINA FARINA
GIULIA CRISCI
LAURA ESTRADA PRADA